Invia il tuo racconto
single image

Di Francesco Felicetti

 

 

Succede a quarcuno,

che a un certo punto della vita,

se accorga che la festa ormai è finita.

L’invitati so annati via

e quello che rimane so i resti della tavola imbandita. Magari solo mollichelle, na bottija vota e ‘npo de piatti sporchi.

Li schiamazzi e le risate so’ finite e in quer silenzio, che profuma de solitudine e de malinconia, se tiene stretto a se pe coccolasse.

La mente vola, anche se sta fermo, e proprio in quer momento fa du conti pe vedè com’è annata e pe tirà le somme.

Ripercorre la serata come un film, andando avanti e indietro sulla pellicola, pe scovà li particolari e le sfumature che je so, sfuggite a primo acchitto.

In questo esercizio ‘npo de memoria e ‘npo de core, score tutti i commensali ad uno ad uno, pe valutà e pe da un giudizio:

Ce stanno quelli che hanno solo magnato. Dall’antipasto ar dorce, compreso de caffè e amaro. Nun hanno lasciato manco un soriso o un’emozione, so’ venuti a mani vote e se ne so annati cor piatto pe fa colazione.

Poracci! Nun sanno che se so persi questi quà… o forse si, se so persi la dignità!

Poi ce stanno quelli che so’ venuti co’ la voja de assaggià tutto, forse pe capì qual’era er piatto forte della casa oppure solo pe da un giudizio.

Per carità niente de male! Quarcuno è annato via in punta de piedi com’era entrato. Ma un paro che pensava annassero via, invece co massima sorpresa, so’ rimasti fino alla fine a da na mano.

Ora tocca a quelli che je piaciuto tutto, dalla roba da magnà alla compagnia. Se so’ ambientati bene e subito se so’ sentiti come a casa. Se so messi pure le ciavatte pe rimanè a lungo, ma quanno l’orologio ha ticchettato ‘na cert’ora come Cenerentola se ne so’ scappati fora. De questi il ricordo è un po diviso tra la felicità de avelli conosciuti e la tristezza de non avè approfondito.

Adesso ariva er pezzo forte, de quelli che conosce da na vita. Bussano coi piedi e portano sorisi pe la festa e l’allegria. So l’ultimi ad annà via e quanno se ne vanno pe davero, se pijano un pezzetto de core in prestito pe esse sicuri de rivedette presto.

In ultimo ce stanno loro, che non l’ha manco invitati. Nun è perché s’è scordato o se so imbucati ma perché in realtà quella è pure casa loro. Parlo de famiglia, quella vera e d’artri tempi. È fortunato a trovasse sto bagajo sempre appresso, perché quell’amore là nun se trova tanto spesso! Tutti per uno e uno per tutti recitava un famoso motto… bhe, sta sicuro che se je serve se li trova tutti addosso.

Alla fine de sta grossa riflessione, non lo so a che punto s’é trovato. Forse ha capito tutto… o forse a metà s’è addormentato!

Leave a Comment

Your email address will not be published.

TI POTREBBE
INTERESSARE: