Invia il tuo racconto
Poeticon

PERDUTO AMORE

single image

Poesia di Danila Delaiti

(Pubblicata il 4 luglio 2020)

 

 

Ed era sempre lì, seduta sul muretto.

Guardava il mare e la spiaggia ormai vuota.

Solo qualche ultimo nostalgico nuotava al largo

nell’acqua ormai fredda, rabbrividendo.

Rabbrividendo, come accadeva a lei,

al suo cuore infranto.

Infranto come quelle onde,

come quel mare che lo aveva ammaliato.

E lo aveva strappato dalle sue braccia.

Un bacio veloce all’aeroporto.

Un saluto con la mano, un sorriso.

Una promessa…aspettami, tornerò.

E lei ci aveva creduto, ci credeva ancora.

Non avrebbe smesso mai di crederci

In fondo, cosa le costava  ……

Le costava, sì, tanto.

La sua anima, la sua mente

si assentavano spesso, perse

nei ricordi, nella nostalgia.

Il suo corpo smagrito la diceva lunga.

Le sue mani spesso sudate,

gli occhi vacui, stretti in una fessura,

nel desiderio di vederne altri di occhi,

azzurri come il mare.

E rimaneva lì, a guardare quel mare.

A sperare che dall’orizzonte

qualcuno corresse a stritolarla,

a renderle il respiro che non aveva più.

Leave a Comment

Your email address will not be published.

TI POTREBBE
INTERESSARE: