Poesia di Luigi Palazzo

 

 

Le rose di Tatiana

sono cornice al ricordo

di un impeto d’assurdo.

 

Dal cespuglio del giardino dietro casa

ogni petalo è sospiro

d’una vita

che il tempo allontana

e ogni spina

è agguato dell’ignoto.

 

Lamento silenzioso

per un domani chiuso all’infinito,

gocce d’eterna quiete

nel frastuono,

preghiere senza attesa.

 

Le rose di Tatiana

su una mensola giallastra

prendono aria e fumo

e luce da una piccola finestra

e da un lumino.

_

https://www.ibs.it/bar-samarcanda-libro-luigi-palazzo/e/9791259900159